The Knick. Serie Tv di Steven Soderbergh. Episodi 1 e 2. Festival Internazionale del Film di Roma 2014. Gala

New York, 1900. Il dottor Thackery  è un chirurgo brillante e decisamente avanti sul suo tempo. Detesta i confronti e le minoranze ma ama i bordelli e la cocaina. La sua bombetta nera cela un cervello potente e le sue camicie inamidate un cuore che non si lascia intenerire ma che pulsa schiavo di una dipendenza.Steven Soderbergh, ispirandosi alla vita di William Stewart Halsted (1852-1922) – un chirurgo statunitense avvezzo a pratiche poco ortodosse ma la cui genialità donò un sostanziale contributo alla medicina – racconta le vicende di un gruppo di medici all’interno del Knickbocker Hospital, sottolineandone le sfrenate ambizioni professionali così come le umane, e sovente meschine, debolezze.

Rigoroso ed elegante nella messa in scena, The Knick, (andato in onda ad agosto in Usa) come spesso negli ultimi tempi accade con certi prodotti della televisione americana, va ben oltre la semplice- si fa per dire- confezione di un prodotto seriale e sconfina ampiamente nella migliore estetica cinematografica con la quale le sole differenze spesso risiedono soltanto nel medium utilizzato per la realizzazione e nel luogo di fruizione al quale è destinato.

Per il resto The Knick si presenta come un’opera, pregevolissima, degna del grande schermo. Lo stile registico di Soderbergh, riconoscibile anche dall’attenzione quasi maniacale alla fotografia, nonché alla ricostruzione dell’ambiente, si dispiega qui in un’eleganza formale che, lungi dall’essere meramente estetizzante, conferisce alla storia narrata un profondo senso del dramma.

Muovendo da un mestiere che, letteralmente, si sporca di carne e di sangue  l’intera vicenda si tinge delle tinte fosche del tragico, sì, ma non rinuncia alle sfumature d’ironia, né  ai toni, inevitabilmente ondivaghi, della volubilità dell’animo umano. Il dottor Thackery, interpretato da un Clive Owen che gli infonde il giusto carattere di detestabile arroganza unita ad un indiscusso acume, è l’ “uomo nuovo”, colui che sa guardare oltre il suo tempo e, precorrendolo, si sente pronto ad affrontare quel secolo che auspica finalmente sgombro da metodi obsoleti e impedimenti dettati da quell’ipocrisia mascherata da morale. Agnostico e impudente, il chirurgo sfida le convenzioni, si cimenta con una prassi medica sempre più ardita e, senza celare superbia, lancia il suo guanto, come uno schiaffo, sulla guancia stessa di Dio.

Il regista di Atlanta, tra operazioni, trasfusioni, parti cesarei e suture, non ci risparmia nulla ma è proprio nel mostrare il corpo e il suo disfacimento che rende tangibile il senso di morte che, inevitabilmente, aleggia sulla vita e intorno al quale ruota l’intera narrazione. Con un meccanismo quasi da thriller Soderbergh ci trasporta all’interno del Knickbocker Hospital dove albergano, dalle corsie ai sotterranei, personaggi differenti e non privi di mistero.

Ci si addentra nelle viscere, e non solo in senso metaforico, ma si ha l’impressione che ancora di più si dovrà svelare sotto la pelle dei vivi e dei morti. Lo scopriremo a novembre, con la prima stagione di 10 puntate, su Sky Atlantic.

© CultFrame 10/2014

 

TRAMA
1900 a New York. Il dottor John Thackery gode di indiscussa fama presso il Knickerbocker Hospital.  Dopo il suicidio del suo mentore, il dottor J.M. Christiansen,  con il quale aveva condiviso tanti arditi esperimenti, viene messo a capo del reparto di chirurgia. Il ventesimo secolo sembra dischiudere scenari di modernità e di progresso e la famiglia del principale finanziatore dell’ospedale, anche per far fronte ad un bilancio economico in perdita, decide di infondere nuova linfa alla struttura sia attraverso migliorie tecniche, sia con la consulenza di specialisti giovani e e brillanti. Thackery, convinto delle proprie capacità ai limiti dell’onnipotenza, cerca di contrastare alcune novità e in particolar modo l’arrivo di un medico di colore, Algernon Edwards, di grande talento appena tornato dall’Europa dove ha fatto pratica con illustri luminari.


CREDITI

Serie: The Nick / Regia: Steven Soderbergh / interpreti: Clive Owen, André Holland, Jeremy Bobb, Juliet Rylance, Eve Hewson, Michael Angarano, Chris Sullivan, Cara Seymour, Eric Johnson / Produzione: Anonymous Content / Paese: Usa / Episodi: 10 / Durata: 50 minuti

Programmazione Usa: agosto 2014 sulla rete tv via cavo Cinemax / Programmazione Italia: dall’11 novembre 2014 su Sky Altantic

SUL WEB
Sito ufficiale della serie TV The Knick di Steven Soderbergh
Filmografia di Steven Soderbergh