Dolcezza e orrore in Chi ha paura delle streghe? di Nicolas Roeg

Frame tratto da Chi ha paura delle streghe di Nicolas Roeg

Mentre sta imperversando (una volta avremmo detto nelle sale, ma adesso dobbiamo accontentarci delle piattaforme) la nuova versione cinematografica de The Witches di Roald Dahl, ci riferiamo a quella di Robert Zemeckis, non possiamo non pensare alla precedente, dell’inglese Nicolas Roeg. Mai uscita in dvd e, crediamo, mai vista in tv, Chi ha paura delle streghe?, così il titolo italiano, è una versione corretta, ironica e autoriale di uno dei capolavori di questo scrittore per l’infanzia, e non solo.

La storia racconta di una nonna e di un bambino che scovano alcune streghe le quali hanno come scopo di distruggere i  ragazzini del mondo intero trasformandoli in topi. L’autore di tanti film indimenticabili come Don’t look now, Il lenzuola viola e il più recente Mille pezzi di un delirio si misura con questa “favola” grazie alla forza visionaria del fantastico, fattore che l’ha contraddistinto in tutta la sua carriera, conclusasi nel 2007 con Puffball – L’occhio del Diavolo.

Frame tratto da Chi ha paura delle streghe di Nicolas Roeg

Chi ha paura delle streghe? è un film nero, in cui tutti soccombono al fascino perverso di una delle attrici più affascinanti, e mai riconosciuta come tale, degli ultimi decenni: Anjelica Huston. La Huston, ex compagna del mefistofelico Jack Nicholson e figlia del grande John Huston, lascia un segno indelebile sia sotto il profilo del trucco, applicato in ben otto ore, da “grande strega” firmato Jim Henson (quello dei Muppets e dei tanti film con pupazzi come Labyrinth e Dark Crystal) sia come elegante matrona delle streghe, in questa storia sulla crudeltà degli adulti.

L’unica che si salva in The Witches del regista de L’uomo che cadde sulla terra è la nonna della svedese Mai Zetterling. La caratterizzazione dell’attrice e regista, già collaboratrice di Bergman e vincitrice di un Leone d’oro a Venezia per il miglior corto nel 1964, è piena di sfumature inedite per un film di questo genere.

Comunque Chi ha paura delle streghe?, ancora oggi (il film è del 1990), rimane uno degli adattamenti più riusciti dall’opera di Dahl, rispettando, nonostante il finale consolatorio diverso da quello del libro, il suo spirito irriverente e dark. Un lavoro pieno zeppo di scene “cattive” che oggi sarebbero impossibili (infatti nella nuova versione di Zemeckis, tutto vira verso il fantastico puro dimenticando il sottinteso sociale): scene in cui le streghe lanciano carrozzine giù dai dirupi come in una versione esorcistica di La corazzata Potëmkin, corrono come ossesse ridacchiando in lungi corridoi di un albergo tipo “Overlook Hotel”; e ancora scene piene di mutilazioni e dal ritmo rocambolesco in cui i bambini sono le vittime predestinate. Inoltre, dietro i sorrisi degli adulti si nasconde l’incapacità di tornare a rispecchiarsi come facevano quando erano loro piccoli. Insomma un mix esplosivo di dolcezza e orrore.

Tra gli interpreti oltre alle mattatrici Huston e Zetterling anche Rowan “Mr Bean” Atkinson e la grande Brenda Blythen, spesso attrice per Mike Leigh. Il giovane, poco bamboleggiante, Jasen Fisher sarà in seguito uno dei “ragazzi perduti” in “Hook” di Spielberg.

Solo in Dvd americano, se non in Amazon Prime.

TRAMA
Luke è un ragazzino orfano appassionato di storie del mistero. Un giorno una delle leggende raccontate da sua nonna sull’esistenza delle streghe lo introduce in un mondo fantastico.

CREDITI
Titolo: Chi ha paura delle streghe / Titolo originale: The Witches / Regia: Nicolas Roeg / Sceneggiatura: Allan Scott dal libro di Roald Dahl / Fotografia: Harvey Harrison / Montaggio: Tony Lawson / Musica: Stanley Myers / Interpreti: Anjelica Huston, Mai Zetterling, Jasen Fisher, Rowan Atkinson, Brenda Blythen, Jane Horrocks / Produzione: Jim Henson, Mark Shivas / Anno produzione: 1990 / Paese: UK, USA / Durata: 91 mi

SUL WEB
Filmografia di Nicolas Roeg

3 Shares: