7 Faces of Dr. Lao. Un film di George Pal

George PalSiamo nel 1964 e una certa critica di sinistra furoreggia confondendo il cinema con l’impegno sociale e politico. Capolavori soprattutto del cinema anglosassone vengono massacrati oppure ignorati a favore di pellicole italiane “impegnate”. Guido Aristarco, ad esempio, critico rappresentante di un certo modo di intendere l’analisi di una pellicola elevava I dannati della terra di Valentino Orsini, assistente dei Taviani, al rango di capolavoro del cinema mondiale e ovviamente liquidava qualsiasi tentativo di rinnovare i generi. E allora cosa rimane di un “filmetto” come Le sette facce del Dr. Lao? (tr. letteraria del titolo originale)

Firmato da George Pal, regista di origine ungherese, sfuggito al nazismo, e grande amante del cinema fantastico e di fantascienza, genere per cui ha realizzato alcuni pregevoli film, “Dr Lao” è un’opera di amabile cattiveria. Uno strano cinese arriva con il suo circo delle meraviglie in un piccolo paese della profonda provincia americana. Quando se ne andrà nessuno sarà più lo stesso. E se vi ricorda qualcosa è veramente da chiedersi quanto deve a Qualcosa di strano sta per accadere di Jack Clayton, tratto dalla novella di Ray Brandbury Il popolo dell’autunno scritta nel 1962, e alla novella che ha scritto Charles G. Finney nel 1935 che ha dato i natali a questo piccolo grande capolavoro che è 7 Faces of Dr. Lao.

Ma basta fare storia; parliamo, invece, dell’interpretazione straordinaria di Tony Randall nei sette personaggi del titolo. Dr. Lao, la Medusa, Pan, Merlino, l’abominevole uomo delle nevi, il serpente gigante e Apollonius: un tour de force recitativo con qualche piccola caduta nel caricaturale. In fondo siamo nel territorio della commedia, unica nel suo genere; basata su effetti “veramente speciali” e un ottimo trucco (quest’ultimo premiato con un Oscar). Si possono così vedere una maestosa Medusa specchiarsi con una vanità maligna, Apollonius soffrire sotto il peso della sua chiaroveggenza e un Merlino disneyano e smemorato, fattori che spostano il tutto a un livello che va al di sopra di ogni “grand guignol”.

Ovviamente, la morale è quella solita di molti film americani dell’epoca: l’uomo è profondamente buono basta che qualcuno gli faccia vedere la strada giusta. In fin dei conti, è la stessa cosa che accade oggi grazie a un potically correct superficiale. Cosi, facciamoci rapire dall’istrionico Tony Randall (anche se all’inizio si era pensato a Peter Sellers), dalla bellezza di Barbara Eden, rimasta nella memoria come Jeannie, Genio per amore, dal robusto John Ericson e dal sempre amabile Arthur O’Connell. Attori che solo Hollywood ha saputo valorizzare.

7 Faces of Dr. Lao non solo non è mai circolato in Italia ma non ha mai avuto nemmeno una uscita in dvd. Noi lo abbiamo recuperato in un dvd americano in versione tedesca, dunque Regione 0. Un disco che contiene oltre il film in versione originale e ovviamente uncut, con sottotitoli in inglese e francese, anche (come extra) il trailer originale e un “dietro le quinte” molto interessante. Infine, anche un documentario dedicato a William Tuttle: l’autore del trucco.

© CultFrame 11/2015


CREDITI

Titolo: 7 faces of Dr. Lao / Regia: George Pal / Sceneggiatura: Charles Beaumont / Fotografia:Robert Bronner / Montaggio: George Tomasini / Interpreti: Tony Randall, Barbara Eden, Arthur O’Connell, John Ericson, Royal Dano, Frank Cady / Produzione: George Pal / Anno: 1964 / Durata (originale): 100 minuti / Edizione dvd: Region 0 Pubblicato da Archive WB Collection

SUL WEB
Filmografia di George Pal

Lascia un Commento

Il tuo intervento è importante per noi, assicurati soltanto di rispettare alcune regole sui commenti.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>