Archivio dei tag

Hunger. Un film di Steve McQueen

di Eleonora Saracino

“Credo di essere all’inferno. Tuttavia sono qui”. Se non l’avesse scritto Rimbaud avrebbe potuto dirlo Bobby Sands che nel carcere di Long Kesh, nell’Irlanda del Nord, bruciò la sua vita, incenerita dalla violenza e dalla sopraffazione. Tra le mura degli H-Blocks, il braccio dei detenuti dissidenti, l’aria brucia di dolore e di furia, di paura [...]

Marigold Hotel. Un film di John Madden

di Giovanni Romani

In un momento in cui la giovinezza sembra presentare più problemi che opportunità, in cui “avere tutta la vita davanti” suona più come una minaccia che come una promessa di futuri trionfi, la commedia cambia protagonisti: largo agli anziani, cinici e disillusi, forse, ma ancora pieni di vita e con meno patemi in vista di [...]

Shame. Un film di Steve McQueen

di Eleonora Saracino

Si può vivere sul bordo e Brandon lo fa. Al limite di quella che viene definita “normalità”, ammettendo che essa esista, egli cela, dietro una parvenza di invidiabile benessere, un profondo, devastante disagio. Steve McQueen, al suo secondo lungometraggio (dopo Hunger interpretato dallo stesso Michael Fassbender) esplora la tragica inquietudine di un uomo che tenta [...]

Sherlock Holmes: Gioco di ombre. Un film di Guy Ritchie

di Giovanni Romani

“Io vedo tutto” dice Sherlock, e pure troppo diremmo noi: questo è il problema di Guy Ritchie. L’onniscenza del suo protagonista ed il suo sguardo sovraumano vanno di pari passo con la logorrea visiva del regista che mette in campo l’intero armamentario effettistico in suo possesso, provocando così una sorta di affabulazione visionaria che, alla [...]

Retrospettiva Alan Parker. 12° Sottodiciotto Filmfestival. Torino

di Silvia Nugara

Alan Parker si trova in questi giorni a Torino in occasione di una retrospettiva completa delle sue opere proiettate in parte nell’ambito dell’omaggio che gli dedica il Sottodiciotto Film Festival (fino al 17 dicembre 2011) e in parte presso la Sala tre del Cinema Massimo (dal 18 al 21 dicembre 2011, a cura di Stefano [...]

Un Rendez Vous. Spot Dior Homme diretto da Guy Ritchie

di Luca Lampariello

Un Rendez Vous, il nuovo spot del profumo Dior Homme, è la preparazione (gioco di identità nascoste e provocazioni sensuali) di un incontro misterioso. Guy Ritchie, il regista inglese di Snatch (2000), ambienta la storia in una Parigi notturna e retrò. Si comincia con una voce al telefono, e un volto riflesso sulla finestra di [...]

Il debito. Un film di John Madden

di Giovanni Romani

Il bene e il male, il tempo e la memoria, vendetta e giustizia, amore e dovere… ognuno di questi temi può da solo riempire centinaia di pagine e chilometri di pellicola. Ma l’incauto John Madden, finora regista di “film da signore” (Shakespeare in Love, Il Mandolino del Capitano Corelli), li ha stipati tutti tra le [...]

Wuthering Heights. Un film di Andrea Arnold. 68a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Concorso

di Maurizio G. De Bonis

Perché realizzare un’ennesima trasposizione cinematografica di Wurthering Heights (“Cime tempestose”), dopo che sia il cinema (prima) che la televisione (dopo) hanno già dato nel corso del Novecento ampio spazio al classico di Emily Bronte? L’unica ragione possibile è avere a disposizione una grande idea espressivo/visuale, oppure proporre un nuovo modo di affrontare drammaturgicamente il testo. [...]

Source Code. Un film di Duncan Jones

di Giovanni Romani

A prima vista si direbbe una versione sci-action di Ricomincio da Capo, laddove il loop esistenziale diviene strumento investigativo prima, incontro romantico e palingenesi “virtuale” poi. In realtà Source Code rende palesi e certamente più fruibili dal grande pubblico alcuni temi già ossessivamente presenti nel primo, straordinario lungometraggio di Duncan Jones, Moon, ma con una [...]

L’altra verità. Un film di Ken Loach

di Giovanni Romani

Prostitute e mercenari, Venere e Marte, sesso e morte. Da sempre esistite (cortigiane e Lanzichenecchi), da sempre ritenute immorali e pertanto esercitate nell’ombra, ai nostri tempi “moderni” e “disinvolti” queste attività sono uscite alla luce del sole, assurte anzi ad uno status socialmente accettato (quando non agognato). Si tratta di un caso esemplare di rivoluzione [...]

127 ore. Un film di Danny Boyle

di Giovanni Romani

Aron Ralston non ha nulla dell’eroismo esistenziale di Christopher McCandless, asceta solitario del bellissimo Into the Wild (Penn, 2007), ma piuttosto ricorda alcuni snow/skateboarder, anche nostrani, obnubilati dalla superficialità glamour dello “sport estremo” quale ultima frontiera per viziatelli dai bragoni tanto larghi quanto costosi, per i quali la natura si riduce a semplice scenografia di [...]

Il discorso del Re. Un film di Tom Hooper

di Silvia Nugara

Per un’ironica coincidenza, il logopedista che aiutò Giorgio VI a superare la propria balbuzie si chiamava Lionel Logue (si legge “log”) così come il linguista Ivan Fónagy fu un grande studioso di fonetica. Mai come in questi casi si può ben dire: nomen omen. Il discorso del Re racconta la relazione tra Logue e il [...]

Another Year. Un film di Mike Leigh

di Eleonora Saracino

Il cinema di Mike Leigh è fatto di vita vissuta, di intrecci di esistenze che si nutrono del quotidiano dove trovano spazio miserie e piccole gioie, disperazione e amore. Ancora una volta i personaggi del regista inglese parlano di noi, raccontano un’umanità che attinge dal vero e che si fa materia di racconto il cui [...]

Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese. Un film di Stephen Frears

di Eleonora Saracino

Immerso nella quiete e nella meraviglia del Dorset, il “rifugio per scrittori” del giallista Nicholas Hardiment è una sorta di oasi letteraria e unica fonte di novità nella sonnolenta Ewedon dove, anche per gli adolescenti, il massimo dello svago consiste nel fantasticare sulla vita patinata delle rockstar riportata sui giornali o infastidire i turisti di [...]

American Life. Un film di Sam Mendes

di Eleonora Saracino

In un momento in cui, cinematograficamente parlando, la famiglia sembra un territorio dove, sempre più, si consumano i drammi, Sam Mendes, stavolta, la racconta con un tocco di freschezza e di speranza. Proprio dopo lo struggente Revolutionary Road, in cui il desiderio di fuga di una coppia ne causava la rovina, il regista inglese torna [...]

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di CultFrame - Arti visive

Archivi