Archivio dei tag

Il Ministro – L’esercizio dello Stato. Un film di Pierre Schoeller

di Silvia Nugara

Una convergenza rettile attraversa alcune pellicole europee recenti molto diverse tra loro ma accomunate dalla presenza straniante e simbolica di un coccodrillo: nell’inquietante finale di Cave of forgotten dreams di Werner Herzog l’immagine di coccodrilli albini apre un sipario sugli azzardi di una natura contaminata; in Tabu di Miguel Gomes la bestia è l’assurdo, l’imponderabile, [...]

Nella casa. Un film di François Ozon

di Eleonora Saracino

Segni, tracce, memorie… quante possibilità aprono le parole! “Una delle proprietà più misteriose” come scriveva Virginia Woolf  è il loro “potere di suggestione”, quella forza evocativa che trascina nel vortice delle righe e soffia, con vigore, tra le pagine. I temi del giovane Claude sono storie coinvolgenti che sembrano quasi detonare nel vuoto di quella [...]

Il figlio dell’altra. Un film di Lorraine Levy

di Silvia Nugara

L’identità non è questione da poco in Israele, terra meravigliosa ma dilaniata da un annoso conflitto, attraversata da muri divisori, costellata di check point, dove l’appartenenza religiosa, la cultura, il ceto sociale e in definitiva il destino di ciascuno sono fortemente segnati dalla porzione di terra in cui capita di nascere. Chi sei, da dove [...]

La cuoca del presidente. Un film di Christian Vincent

di Silvia Nugara

La Francia è patria dei diritti umani, baluardo della laicità, emblema della cultura repubblicana ma  nel francese ancora risuonano echi di splendori monarchici: come massimo apprezzamento si esclama “royal!” (ma a chi portava quel cognome non è stato concesso di presiedere la République) e la sede presidenziale si chiama “palais” proprio come nel titolo originale [...]

Qualcosa nell’aria. Un film di Olivier Assayas

di Silvia Nugara

Al di là di ogni valutazione politica, le proteste studentesche del maggio ’68 a Parigi sono state un momento di grande esplosione creativa in cui slogan diventati ormai storici invitavano a vedere il mondo con gli occhi della fantasia al potere, a sollevare l’acciottolato della città per trovare la spiaggia. Après mai si concentra sull’onda [...]

Un enfant de toi. Un film di Jacques Doillon. Festival Internazionale del Film di Roma 2012. Concorso

di Eleonora Saracino

Amarsi, lasciarsi, ritrovarsi per poi continuare a fuggire… Jacques Doillon, indaga nel “mistero” della coppia e dei suoi arcani equilibri, attraverso il discorso amoroso di Aya e Louis che, dopo essersi separati, iniziano a vedersi come amanti sebbene entrambi abbiano un’altra relazione. Un enfant de toi non è la storia di un triangolo amoroso – [...]

Main dans la main. Un film di Valérie Donzelli. Festival Internazionale del Film di Roma 2012. Concorso

di Maurizio G. De Bonis

Se fare cinema consistesse solo nel partorire idee a profusione probabilmente la storia della settima arte sarebbe lastricata di capolavori. Invece così non è, poiché l’arte filmica è territorio espressivo molto complicato e non basta certo inventarsi soggetti stravaganti per realizzare un prodotto degno di nota. Questo breve passaggio introduttivo appare ben calibrato per il [...]

Un sapore di ruggine e ossa. Un film di Jacques Audiard

di Silvia Nugara

Cosa distingue le bestie dagli esseri umani quando il loro stare al mondo è ridotto ai minimi termini dell’istinto di sopravvivenza, al puro esercizio della violenza e della sopraffazione, alla cieca fame sessuale? Cosa distingue persone e animali quando il caso spinge la forma del loro corpo ad assomigliarsi, quando invece di deambulare, una persona [...]

Cherchez Hortense. Un film di Pascal Bonitzer. 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Fuori concorso

di Silvia Nugara

Pascal Bonitzer, che è stato critico per i Cahiers du cinéma ma anche dialoghista e sceneggiatore per alcune pellicole di Jacques Rivette e André Téchiné, compone con Cherchez Hortense una passeggiata d’interni: salotti, cucine, camerette, superbi studi d’avvocato, aule universitarie avveniristiche, caffè di quartiere, ristorantini, un teatro, una libreria. Il film è una confusa ma [...]

Superstar. Un film di Xavier Giannoli. 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Concorso

di Silvia Nugara

Se l’espressione “uomo qualunque” ha un senso, Martin Kazinski (il Kad Merad di Giù al Nord) ne è l’incarnazione perfetta, tanto da sembrare inverosimile, tanto da fare notizia. Una mattina questo impiegato informatico grigio e mal vestito scopre di essere diventato inspiegabilmente una celebrità. Non è un caso se nel cognome Kazinski riecheggia la stessa [...]

L’amore dura tre anni. Un film di Frédéric Beigbeder

di Silvia Nugara

A sette anni dalla pubblicazione e dal grande successo commerciale in Francia del romanzo L’amore dura tre anni, lo scrittore Frédéric Beigbeder indossa per la prima volta i panni di regista per firmarne questa libera trasposizione cinematografica. Il risultato è una commedia (post)romantica confezionata in modo assai accattivante. E non poteva essere altrimenti per un [...]

La guerra è dichiarata. Un film di Valérie Donzelli

di Silvia Nugara

Juliette e Roméo si incontrano, si amano e dal loro amore gioioso nasce un bambino, Adam, che piccolissimo inizia a manifestare i sintomi di quello che presto si rivelerà essere un tumore al cervello. L’attrice e regista Valérie Donzelli dirige e interpreta insieme al padre di suo figlio la loro vera storia cambiando solo i [...]

Sister. Un film di Ursula Meier

di Claudio Panella

Io sono Simon. Il pregio maggiore del film di Ursula Meier che ha per titolo originale L’enfant d’en haut e per protagonista principale un ragazzino dodicenne è senz’altro quello di immergere completamente lo spettatore, fin dalle prime sequenze, nella vita del giovane Simon, esperto ladruncolo abituato a provvedere a se stesso e alla “sorella” alquanto [...]

Tutti i nostri desideri. Un film di Philippe Lioret

di Silvia Nugara

Ispirandosi liberamente al romanzo Vite che non sono la mia di Emmanuel Carrère (tradotto da Einaudi), il nuovo film di Philippe Lioret (Welcome) apre uno squarcio su una dinamica finanziaria molto attuale e con un tragico corollario umano. Per restare sul mercato, alcune agenzie di credito promettono di esaudire tutti i nostri desideri con finanziamenti [...]

Gli infedeli. Un film di Bercot, Cavayé, Courtès, Dujardin, Hazanavicius, Lartigau, Lellouche

di Silvia Nugara

Sulla scia dell’Oscar a The Artist, stanno uscendo in Italia diversi film francesi che forse altrimenti non avrebbero trovato distribuzione nelle nostre sale. Purtroppo tra questi ci è toccato anche Gli infedeli, dozzinale lungometraggio a episodi che traendo ispirazione da certe commedie all’italiana sul maschio latino sessista e meschino finisce per ricavarne il peggio. Le [...]

wenders incontra salgado



Il sale della terra: il docufilm di Wenders pecca di celebrazione (di Maurizio G. De Bonis - Punto di Svista)

[...] si tratta di un’agiografia priva di analisi e di approfondimento che, dunque, pone lo spettatore di fronte a un soggetto praticamente intoccabile. Così, ne Il sale della terra le sublimi e atroci immagini delle miniere d’oro in Brasile (Serra Pelada) finiscono incredibilmente per avere lo stesso valore degli inutili e banali scatti de [...]

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di CultFrame - Arti visive

Archivi