PROGETTO EDITORIALE

La testata giornalistica CULTFRAME nasce nel 2000 per la volontà di Orith Youdovich, fotografa, curatrice e giornalista, e Maurizio G. De Bonis, critico cinematografico, delle arti visive e curatore. Lo scopo era quello di creare uno spazio web interamente dedicato alla critica e alla riflessione sulle arti visive contemporanee, nella consapevolezza che le tendenze di inizio millennio fossero dirette verso un chiaro intreccio tra le diverse forme di comunicazione visuale.

 

Dal 2000 CULTFRAME ha seguito le più importanti manifestazioni culturali dedicate alla fotografia, al cinema, alla videoarte e ha creato uno spazio di analisi per quel che riguarda la comunicazione pubblicitaria e i videoclip. Recensioni di mostre e film, articoli su videoarte, autori d’arte contemporanea, maestri della fotografia, libri fotografici hanno rappresentato gli elementi fondamentali della nostra attività, sempre concentrata sulle novità che il mondo delle arti visive proponeva.

 

La rivista CULTFRAME si è sempre posta nel panorama comunicativo non solo come un veicolo informativo ma anche con uni spazio critico vero e proprio, nel quale i lettori potessero rintracciare una chiave di lettura precisa sul lavoro di artisti, cineasti e fotografi, con uno sguardo molto attento all’editoria di settore.

 

New CULTFRAME – Arti Visive rappresenta la naturale evoluzione di questo percorso culturale, critico e divulgativo e intende proporre ai lettori un quadro approfondito della realtà creativa italiana e internazionale.


L’intenzione è quella di cogliere ogni nuovo fattore che possa fornire sia agli appassionati che agli addetti ai lavori un affresco puntuale e moderno riguardo gli sviluppi odierni delle Arti Visive.

 

New CULTFRAME – Arti Visive è un progetto esclusivamente culturale. Tutti coloro che partecipano (critici, artisti, fotografi, curatori, giornalisti) vi aderiscono su base volontaria.