Shadowland. Mostra dell’artista svedese John Skoog a Londra

John Skoog. Shadowland. Installation View
John Skoog. Shadowland.
Installation View

Dal 2008, vicinissima ad Oxford Circus e nel cuore di Fitzrovia, la galleria di Pilar Corrias, che è stata direttore della Lisson Gallery e  della Haunch of Venison, si pone come una delle gallerie di arte contemporanea piu interessanti a livello internazionale. La Corrias è infatti molto attenta alle nuove tendenze del mercato ed ha saputo sostenere una generazione di giovani promesse, tra cui l’artista francese Philippe Parreno. In questi giorni, la galleria espone gli ultimi lavori di John Skoog, giovane artista svedese segnalatosi già per i suoi paesaggi rielaborati in chiave poetica.

Al piano terra, si possono ammirare delle fotografie a colori realizzate da Skoog durante un suo recente viaggio attraverso gli Stati Uniti. L’attenzione dell’artista si sofferma su particolari di architettura e di interni, che vengono considerati alla stregua di un paesaggio. Si tratta, in particolare, di sale cinematografiche e teatri costruiti tra il 1920 e il 1930, in uno stile molto esotico e surreale, che, ai tempi, avrebbe dovuto contribuire a creare un’esperienza immersiva e sognante per tutti coloro che si recavano agli spettacoli. Oggi, alcune di queste sale ritengono ancora la loro destinazione d’uso, e molti degli apparati decorativi originali; altre, invece, sono state riconvertite a sale da bingo, chiese o centri di aggregazione sociale.

© Red Carpet, the Lake, Oak Park, IL (with Nicholas Vargelis), 2010-2015. Pigment print on Hannemulhe Baryta, 315g
© Red Carpet, the Lake, Oak Park, IL (with Nicholas Vargelis), 2010-2015. Pigment print on Hannemulhe Baryta, 315g

Skoog si sofferma su particolari come lampadari, soffitti, muri spellati, tappeti dalle geometrie allucinate, decorazioni barocche, ambienti decadenti, mobilio stravagante, cieli dipinti. Sono immagini che rivisitano un luogo, per rievocarne memorie passate, in un continuo slittamento spazio-temporale tra splendori e decadenza. Sono anche immagini che fanno da corollario a Shadowland, cortometraggio selezionato alla Berlinale 2015, proiettato al piano inferiore della Pilar Corrias Gallery.

Durante lo stesso viaggio in America, Skoog ha avuto modo di filmare le zone montuose o boschive alla periferia di Los Angeles. Un tempo, queste venivano utilizzate come esterni dall’industria cinematografica di Hollywood, grazie alla loro versatilità, che ne faceva, di volta in volta, deserto inospitale, foresta leggendaria, montagna invalicabile o giardino paradisiaco.

Skoog ha utilizzato una pellicola 16mm dal bianco e nero sgranato, e il cortometraggio viene proiettato su una parete di fondo, in piena oscurità, offrendo al visitatore una vera esperienza cinematografica. Qui i luoghi mantengono la loro alterità drammatica e si assiste ad un flusso continuo fatto di insenature marine, radure selvagge, formazioni geologiche. L’illusione è che ci si possa trovare altrove o in un’altra epoca, ma questa sensazione viene spesso interrotta da un camion che attraversa la solitudine del paesaggio o dai fari di una macchina, che avanzano nella notte.

© John Skoog. Shadowland 2014. 16mm to HD Video Stereo Sound, 15'15''
© John Skoog. Shadowland
2014. 16mm to HD Video Stereo Sound, 15’15”

Anche l’audio contribuisce a creare un’alterità illusoria e disorientante, facendo largo uso di spezzoni tratti da vecchie colonne sonore, di film che magari furono girati negli stessi posti. Talvolta, i paesaggi e le musiche vengono interrotti da testimonianze e interviste con addetti ai lavori, che raccontano storie legate ai paesaggi e mostrano i loro archivi fotografici. Il cortometraggio di Skoog tende perciò ad esprimersi secondo diversi registri, in bilico tra film, documentario e installazione video.

Il comune denominatore di questi lavori ‘nord americani’ è sicuramente il costante interrogarsi sulla memoria, ma anche sulla fisicità dei luoghi rappresentati, siano essi anonime sale art deco o magnifici scenari naturali.

© CultFrame 03/2015

INFORMAZIONI
John Skoog – Shadowland
Dal 6 marzo al 17 aprile 2015
Pilar Corrias Gallery / 54 Eastcastle Street, Londra / Tel: 020.7323.7000
lunedì – venerdì 10:00 – 18:00 / sabato 11:00-18:00

SUL WEB
Filmografia di John Skoog
Pilar Corrias Gallery, Londra

Lascia un Commento

Il tuo intervento è importante per noi, assicurati soltanto di rispettare alcune regole sui commenti.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>