Elles. Un film di Malgoska Szumowska

Alle leggi del libero mercato non si sfugge: quando c’è una domanda presto o tardi si crea anche l’offerta in grado di risponderle. In una Parigi in cui minuscole stanze per studenti possono raggiungere prezzi che i lavoretti part-time non basteranno mai a pagare, offrire sesso in cambio di denari può rappresentare per alcune persone una se non l’unica soluzione per sopravvivere economicamente. Il fenomeno della prostituzione studentesca è stato recentemente oggetto di una certa attenzione da parte della stampa d’oltralpe ma Elles, che tra l’altro è nato insieme al documentario Escort di Hélène de Crécy prodotto dalla stessa marianne Slot, va ben al di là della cronaca.

Il film riesce a scavare nella complessità di un fenomeno sfaccettato con una rara combinazione di duro realismo e levità. Evitando caparbiamente la vittimizzazione delle ragazze, il film esplora piuttosto quanto di più scomodo si cela dietro questa forma di prostituzione che sebbene nasca per rispondere a un bisogno di sussistenza, presto diventa un mezzo per soddisfare desideri ben diversi; dal danaro abbondante e immediatamente disponibile scaturisce infatti una sensazione di riscatto e, per quanto assai discutibile, di potere a cui le ragazze difficilmente sembrano voler rinunciare. Una delle protagoniste giustifica la sua scelta raccontando della puzza di case popolari che si porta dientro sin dall’infanzia e che solo la prostituzione riesce a lavare via.
Elles ha la capacità di porre lo spettatore davanti a molte questioni senza mai imporre una lettura univoca. Le sue giovani protagoniste risultano allo stesso tempo consapevoli sponsor di se stesse ma anche prigioniere e complici di un sistema che lasciando alle sole leggi di mercato il compito di regolare i rapporti tra esseri umani, ha fatto della società una giungla spietata in cui tutto, anche la vita umana, può essere venduta e comprata.

Il film esplora inoltre il punto di vista femminile sulla sessualità, benché si tratti di una sessualità che non sono totalmente le donne a inventare dato che quelli che vediamo sono praticamente sempre rapporti eterosessuali in cui gli uomini domandano, pagano e le donne eseguono. Il film assume il rischio di indagare frontalmente il piacere e la sicurezza che alcune traggono da questo mercimonio dando ampio spazio a scene di sesso man mano sempre più esplicite.
Dal confronto tra le ragazze e la giornalista di mezz’età interpretata da una Juliette Binoche piena di verve e autoironia scaturiscono mille domande su cosa significa oggi essere una donna autonoma e in grado di autodeterminarsi, sulla relazione tra sessualità e potere alla luce dei tempi che viviamo e della storia che le donne si sono lasciate alle spalle. Le due generazioni a confronto non sempre si comprendono, non sempre riescono a comunicare a parole ma arrivano comunque a stabilire una complicità capace di incidere nel profondo soprattutto per il personaggio di Binoche progressivamente più consapevole delle sue inibizioni sessuali, dei suoi privilegi, della sua condiscendenza di donna alto borghese prigioniera di un matrimonio insoddisfacente.

Il disgusto, la pena e la violenza non mancano, Elles è un film che turba e disturba senza ricorrere al patetismo o ai toni oscuri del reportage impegnato: grazie a una grande cura della messa in scena e della fotografia, riempie lo schermo di luce e di bellezza a cui contribuisce molto il volto maturo ma naturalmente luminoso di Binoche.

© CultFrame 02/2012 – 09/2012

 

TRAMA
Anne è una giornalista dell’alta borghesia che in occasione di un reportage sul fenomeno della prostituzione tra le studentesse universitarie di Parigi entra in contatto con due ragazze le quali senza pudori e con una certa ironia le rivelano la realtà sfaccettata del mercimonio sessuale. Attraverso l’incontro con queste giovani, la donna inizia a riflettere su stessa e sulla propria vita da privilegiata.

CREDITI
Titolo: Elles / Regia: Malgoska Szumowska / Sceneggiatura: Tine Byrckel, Malgoska Szumowska / Fotografia: Michal Englert / Montaggio: Françoise Tourmen, Jacek Drosio / Scenografia: Pauline Bourdon / Interpreti: Juliette Binoche, Anaїs Demoustier, Joanna Kulig / Produzione: Slot Machine, Zentropa International Poland, Zentropa International Köln, Canal + Poland, ZDF / Distribuzione: Officine Ubu / Paese: Francia, Polonia, Germania / Anno: 2011 / Durata: 96’

LINK
Sito ufficiale del film Elles di Malgoska Szumowska
Filmografia di Malgoska Szumowska
Officine Ubu

IMMAGINE
Frame del film Elles di Malgoska Szumowska. © Szymon Roginski

 

1 commenti

  1. Aspettiamo di vederlo. Allora! Piccolo appunto, come forse ho già detto in qualche intervento precedente il cinema francese si conferma presente e puntuale sulla realtà, senza bugie e perbenismo di facciata, poichè penso che le situazioni descritte esistono anche in Italia.

I commenti sono chiusi.