War Horse. Un film di Steven Spielberg

Fu fermando il movimento in successione di un cavallo che il pioniere della fotografia Eadweard Muybridge pose le basi per l’invenzione del cinema, e ancora oggi l’immagine in sequenza del maestoso animale sullo schermo ha il potere di richiamare e celebrare stagioni gloriose dell’industria hollywoodiana, dagli anni del western ai periodici trionfi dei film di guerra.
War Horse è un film di guerra in cui la guerra – la Grande Guerra – è raccontata attraverso gli occhi di un cavallo: Joey è uno scattante purosangue inglese che viene improvvisamente separato dal padroncino Albert, figlio di contadini che devono far fronte a gravi problemi economici, e viene acquistato da un giovane capitano che promette al ragazzo di prendersene cura e di riconsegnarglielo al termine del conflitto. Tuttavia il militare rimane vittima del fuoco nemico, e per il cavallo inizia un’avventura gloriosa mentre fende al galoppo gli scenari della guerra da un fronte all’altro dell’Europa.

Il film è pervaso di una sentita deferenza al cinema di John Ford, e nel mostrarci i campi di battaglia Spielberg sceglie di rendere omaggio anche al Kubrick di Orizzonti di gloria con carrellate di un’intensità magistrale. L’effetto è avvincente, ma si incaglia su un piano meramente formale, e la narrazione viene investita dai toni vigorosi dell’epica e si avvita in una celebrazione dell’amicizia e dei buoni sentimenti che sfiora la retorica. Inoltre, allo stupefacente effetto visivo fa da contraltare un meccanismo narrativo che manca di omogeneità, in cui le numerose avventure del cavallo si avvicendano con una rapidità che non lascia spazio all’approfondimento psicologico e a un’effettiva empatia per i personaggi.

Con War Horse Spielberg traspone sul grande schermo l’omonimo romanzo per ragazzi di Michael Morpurgo, dal quale fu tratto anche uno spettacolo teatrale di grande successo, ma, indubbiamente complice l’incombenza della Dream Works sul piano della produzione, perde l’occasione di trasformarlo in un’opera che vada oltre i temi standard della lotta tra il bene e il male e della lealtà.
Ci lega allo schermo con i toni solenni dell’avventura narrata e con la meraviglia degli scenari allestiti, peraltro appesantiti da un orientamento smaccatamente artificioso della fotografia, ma l’impressione finale è che non si decolli oltre quelle praterie e quelle trincee dipinte con uno stile ormai assimilabile a maniera.
In troppe scene si ha addirittura l’impressione che lo sconforto e lo struggimento prevalgano sul turbamento emotivo e sul brivido che un film del genere dovrebbe regalare, e il solo ad emergere dal vortice del melodramma è il fiero Joey (nel cui ruolo in verità si sono avvicendati ben quattordici cavalli), che con il suo crine al vento e nonostante certi caratteri esageratamente antropomorfi cavalca instancabile lo schermo. Il ritmo febbrile del galoppo e la colonna sonora altisonante e gloriosa provano così a mascherare i numerosi scricchiolii che minacciano la struttura del racconto.

© CultFrame 02/2012

 

TRAMA
Durante la Prima Guerra Mondiale, l’amicizia speciale tra il cavallo Joey e il giovane inglese Albert Narracot viene bruscamente interrotta. Il film segue il viaggio straordinario del cavallo mentre si muove attraverso la guerra, cambiando e ispirando le vite delle persone che incontra – un ufficiale dell’esercito britannico, due soldati tedeschi, un vecchio contadino francese e la sua nipotina – prima che la storia raggiunga il suo climax emotivo nel cuore della no man’s land.


CREDITI

Titolo: War Horse / Regia: Steven Spielberg / Sceneggiatura: Lee Hall, Richard Curtis / Soggetto: Michael Morpurgo / Fotografia: Janusz Kaminsky / Montaggio: Michael Kahn / Scenografia: Rick Carter / Musiche: John Williams / Montaggio del suono: Richard Hymns, Gary Rydstrom / Interpreti: Emily Watson, David Thewlis, Peter Mullan, Niels Arestrup, Tom Hiddleston / Produzione: DreamWorks Pictures / Distribuzione: Walt Disney Pictures / U.S.A., 2011 / Durata: 146’

LINK
CULTFRAME. Munich. Un film di Steven Spielberg (di m.g.d.b.)
CULTFRAME. La guerra dei mondi. Un film di Steven Spielberg (di David Arciere)
CULTFRAME. Schindler’s List. Il film di Steven Spielberg in Dvd (di Maurizio G. De Bonis)
Sito ufficiale del film War Horse di Steven Spielberg
Sito italiano del film War Horse di Steven Spielberg
Filmografia di Steven Spielberg
Walt Disney Pictures