12° Sottodiciotto Filmfestival. Anteprima

Sottodiciotto Film FestivalDall’8 al 17 dicembre 2011 torna a Torino il Sottodiciotto Filmfestival, la kermesse di cinema realizzata per e dai più giovani, giunta quest’anno alla sua XII edizione. Sarà una coincidenza, ma la collocazione del Sottodiciotto a una settimana di distanza dal Torino Film Festival, alle cui proiezioni vige il divieto ai minori, rappresenta un segnale importante di incoraggiamento a conoscere e ad amare il cinema per tutti gli spettatori in erba. La manifestazione conta quest’anno oltre 400 titoli tra anteprime, retrospettive, omaggi, programmi speciali e cortometraggi firmati da studenti di tutta Italia.

Tre le retrospettive: la prima, organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del cinema, è dedicata a Alan Parker di cui si potrà vedere l’opera completa presso il cinema Massimo. L’autore di Fuga di mezzanotte (1978), Saranno famosi (1980), Pink Floyd: The Wall (1982), Angel Heart-Ascensore per l’inferno (1987), Mississippi Burning (1988), The Commitments (1991), e di altre pellicole di culto sarà a Torino per tutta la durata del festival e incontrerà il pubblico nella serata di sabato 10 dopo la proiezione di The life of David Gale (2003). Per l’occasione, Stefano Boni e Massimo Quaglia hanno curato un volume che contiene una lunga intervista al regista, saggi critici e filmografia.

La seconda retrospettiva, la prima in Italia dedicata all’autore, ripercorre la carriera del belga Jaco Van Dormael il cui ultimo lavoro, Mr. Nobody (2009) con Jared Leto, Rhys Ifans e Diane Kruger, inaugurerà ufficialmente la rassegna la sera di venerdì 9. Si potranno poi rivedere il toccante Toto le Héros (1991) con cui il regista esordì, L’ottavo giorno (1996) che valse alla coppia Daniel Auteuil-Pascal Duquenne la Palma d’oro come migliori attori e numerosi cortometraggi. Infine, in occasione dei suoi 50 anni di carriera, il festival dedica una personale a Jimmy Teruaki Murakami, “il globetrotter dell’animazione” che sarà in città sabato 17. Un omaggio sarà poi dedicato alla giovane Delphine Gleize per permettere anche al pubblico italiano di scoprirne i corti e i lungometraggi, a partire dall’esordio Carnages (2002) che, seguendo la fuga di un toro dal mattatoio, fa incrociare le vite e i destini di un gruppo di personaggi insoliti.

Il Sottodiciotto è sempre attento all’attualità e alle urgenze educative, e ha quest’anno due focus tematici principali: il primo sull’esperienza delle migrazioni, nel quale si inserisce l’omaggio a Andrea Segre, autore del recente Io sono Li, e il secondo sulla legalità. Non a caso, perciò, la Targa Città di Torino alla carriera sarà assegnata a Marco Risi di cui si rivedranno Mery per sempre (1988), Ragazzi fuori (1990), Il muro di gomma (1991), Il branco (1994), Maradona (2006) e Fortapàsc (2008). Sempre in materia di legalità, il torinese Enrico Verra mostrerà la versione integrale del suo documentario Vite da recupero sul problema del recupero dei crediti e del forte indebitamento in cui si sono recentemente ritrovati un numero considerevole di risparmiatori italiani.

Molte le anteprime nazionali: attesissima è già la première pre-festival (giovedì 8 sera) de I Muppet di James Bobin che uscirà nelle sale a inizio febbraio distribuito da Walt Disney e quella del film d’animazione Il figlio di Babbo Natale 3D di Sarah Smith. Segnaliamo inoltre Holy Rollers dell’esordiente Kevin Asch in cui Jesse Einsenberg (The Social Network) veste i panni di un giovane ebreo ortodosso di Brooklyn che viene reclutato come corriere dal cartello della droga israeliano; Polisse di Maïwenn Le Besco sulla squadra protezione minori della polizia parigina; La chiave di Sarah con Kristin Scott Thomas che sovrappone diversi piani temporali per ricostruire la drammatica storia della retata del Vel d’hiv a Parigi nel 1942; la commedia Mon père est femme de ménage con François Cluzet impiegato presso un’impresa di pulizie e il candidato agli Oscar Monsieur Lazhar ambientato a Montréal dove un insegnante algerino viene assunto per sostituire una maestra elementare appena suicidatasi. Tutte le proiezioni sono gratuite e il ricchissimo programma si trova sul sito del festival.

© CultFrame – Punto di Svista 12/2011

SUL WEB
Sottodiciotto Festival – Il sito