L’uomo che fissa le capre. Un film di Grant Heslov

grant_heslow-uomo_che_fissa_le_capre1Un esercito creato per combattere la forze del male, guerrieri Jedi dotati di superpoteri, il fascino del lato oscuro: l’ennesimo pre-post-sequel della saga di Guerre Stellari? Forse, ma L’Uomo che fissa le capre ricorda più le atmosfere antimilitariste e frikkettone di M.A.S.H. e di tanto cinema off anni ’70, aggiornato ai conflitti odierni e decisamente meno fantasioso. Già, perché per quanto incredibile possa sembrare, l’esercito U.S.A. ha davvero esperito alcuni tentativi di tecniche di combattimento “non-convenzionali”, ricerche tendenti all’esoterico.

La guerra psichica, nell’ottima satira di Grant Heslov, apprezzato caratterista e sceneggiatore (Good Night and Good Luck) amicone di Clooney, si riduce all’infarto del capro/espiatorio, fulminato dallo sguardo malandrino dello stesso Clooney, perfetto nel ruolo di ambiguo “sensei” dello sballo che spiega a Ewan McGregor (Obi Wan Kenobi nei pessimi prequel della saga stellare) il ruolo del guerriero Jedi.

Metacinema e satira, modernità ed un sapore vintage di ribellione ed acido lisergico, unitamente ad un soundtrack rock irresistibile, fanno de L’Uomo che fissa le capre un film fuori tempo e fuori luogo, fortemente politico, che dissimula sotto il glamour hippie temi serissimi e drammatici.

 


grant_heslow-uomo_che_fissa_le_capre2


Heslov si compiace del proprio cast stellare, dominato da Jeff Bridges, fenomenale guru militare, adepto di Timothy Leary e dedito all’allucinogeno, ed arricchito da Clooney, sempre più bravo in parti comico/surreali, Kevin Spacey in versione “signore dei Sith”, e McGregor perennemente stupefatto (in senso letterale). La sceneggiatura, tratta dal libro-verità di Jon Ronson, lascia non pochi interrogativi, la narrazione risulta a volte un po’ approssimativa e sconnessa, ma ciò che conta è l’atmosfera generale da “mettete i fiori nei vostri cannoni” (in senso figurato), un esercito di sensitivi dediti alla non violenza, l’illusione di una vittoria pacifica in nome dell’amore universale e della sintonia con il cosmo. Tra realtà ed invenzione i cinici potranno storcere il naso, ma chi in fondo al proprio cuore non sogna ancora oggi, anzi soprattutto oggi, un futuro Love&Peace?

 

©CultFrame 11/2009

 

 

TRAMA

Dopo il fallimento del suo matrimonio, il reporter Bob Wilton decide di unirsi al New Earth Army, una forza speciale dell’esercito che viene addestrata per sconfiggere i nemici usando singolari poteri paranormali. Poiché il fondatore, Bill Django, è scomparso, Bob parte alla sua ricerca insieme a Lyn Cassidy, ma presto scopriranno che esiste un nemico di cui non avevano tenuto conto.

 

CREDITI

Titolo: L’uomo che fissa le capre / Titolo originale: The Men Who Stare at Goats / Regìa: Grant Heslov / Sceneggiatura: Peter Straughan dal libro “Capre di Guerra” di Jon Ronson / Fotografia: Robert Elswit / Montaggio: Tatiana S. Riegel / Scenografia: Sharon Seymour / Musica: Rolfe Kent / Interpreti principali: George Clooney, Ewan McGregor, Jeff Bridges, Kevin Spacey, J.K. Simmons, Robert Patrick / Produzione: Smoke House, BBC Films / Distribuzione: Medusa / Paese: U.S.A., G.B., 2009 / Durata: 93 minuti

 

LINK

Sito ufficiale del film The Men Who Stare st Goats Grant Heslov

Sito italiano del film L’uomo che fissa le capre di Grant Heslov

Filmografia di Grant Heslov

Medusa