Nemico pubblico N. 1 – L’istinto della morte. Un film di Jean-Francois Richet

jean_francois_richet-nemico_pubblicoOrmai si sa. Per vedere un buon film di genere bisogna cercarlo oltralpe. Il cinema francese è l’unico, forse insieme a quello spagnolo, che è riuscito a “copiare” gli americani sfornando pellicole popolari in cui gli stilemi e i codici del genere da una parte vengono rispettati e dall’altra sono portati avanti a piccoli passi, anche da quei registi considerati dei mestieranti in considerazione della loro supposta scarsa sensibilità. Processo ovviamente impossibile da rintracciare nel cinema italiano. Comunque sia, il regista Jean-Francois Richet con questo suo Nemico Pubblico N. 1- L’istinto di morte firma un elegante noir d’azione senza rinunciare allo spettacolo e senza proporre un’ immagine per forza edulcorata del suo criminale per compiacere il pubblico. E, per cortesia, lasciamo da parte i paragoni con i vari “Romanzi Criminali”.
Dedicato al bandito più popolare di Francia, quel Jacques Mesrine, interpretato da un grande Vincent Cassel, che mise a ferro e fuoco l’intero paese alla fine degli anni ’70, il film è tratto da un romanzo autobiografico che lo stesso Mesrine scrisse in carcere poco prima della sua incredibile evasione. Ma Nemico pubblico N. 1 è anche una sorta di collage delle sue avventure vere e presunte, perché intorno a lui si è costruita negli anni una vera e propria leggenda. “…si dice abbia ucciso 42 persone, ma non c’è in realtà una sola prova di un suo solo delitto”, racconta Cassel in una sua recente intervista proprio a Roma.


Richet recupera vari aspetti della contrastante personalità del bandito: che è di volta in volta simpatico, carismatico, bugiardo, ma anche un assassino. Non era una sorta di Robin Hood che rubava ai ricchi per dare ai poveri. Non era un eroe; sapeva comunque fornire un’atmosfera da grande show nelle sue imprese criminali, come se si rivolgesse ad un suo pubblico. Ma Mesrine, continua Cassel, “per molti è e resta un martire, e come tale lo ricordano oggi molti giovani francesi, soprattutto nelle banlieue, dove è considerato appunto un’icona del contropotere. Molti giovani indossano t-shirt col suo volto e i testi dei brani rap parlano spesso di lui”.

Il regista ha firmato un dittico sul personaggio e questo che vediamo in Italia ne è la prima parte: una pellicola che risente, almeno in questo segmento, dell’influenza melvilliana. Si tratta di una perfetta macchina del tempo, con molte caratteristiche da blockbuster (ma anche i blockbuster bisogna saperli fare) che ci riporta indietro negli anni ’60 e ’70. Una ricostruzione che rivive nelle scenografie e nei costumi, ma anche nello stile della regia e della fotografia in maniera impeccabile.
E come ogni film meta-cinematografico che si rispetti esiste una lista di registi a cui fa riferimento piuttosto lunga: da Peter Yates e Norman Jewison, fino al nostro Fernando di Leo. E scusate se è poco.

©CultFrame 03/2009

 

TRAMA

La storia vera e travolgente di Jacques Mesrine, il più famoso gangster della storia di Francia. Tornato dalla guerra d’Algeria, Mesrine rifiuta il lavoro proposto dal padre e inizia un’ascesa senza precedenti nella malavita locale, tra rapine e sparatorie. Malgrado le suppliche della moglie spagnola che gli darà tre figli, diventa, tra gli anni ‘60 e ‘70, il gangster più ricercato di Francia. Costretto all’esilio in Canada, sarà arrestato e fuggirà in modo rocambolesco da una delle prigioni più dure dello stato.

 

CREDITI

Nemico pubblico n. 1 – L’istinto di morte / Titolo originale: L’instince de mort / Regia: Jean-François Richet / Sceneggiatura: Abel Raouf Dafri / Fotografia: Robert Gantz / Montaggio: Hervé Schneid / Scnografia: Emile Ghigo / Musica: Marcus Trumpp / Vincent Cassel, Cécile De France, Gérard Depardieu, Roy Dupuis, Elena Anaya, Gilles Lellouche, Michel Duchaussoy, Myriam Boyer, Florence Thomassin, Ludivine Sagnier, Gilbert Sicotte, Abdelhafid Metalsi / Produzione: La Petite Reine, M6 Films, Remstar Productions, Novo RPI / Distribuzione: EAgle Pictures / Paese: Francia, Canada, 2008 / Durata: 110 minuti

 

LINK

Il sito ufficiale di Nemico pubblico n. 1

Filmografia di Jean-François Richet

Eagle Pictures