videoREPORT ITALIA 04_05. Rassegna video a Monfalcone

valerio_rocco_orlando-evaIn occasione della Seconda Giornata del Contemporaneo, organizzata dall’AMACI, la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea ha inaugurato videoREPORT ITALIA 04_05, selezione di opere tra le più significative che il sistema video italiano ha offerto negli ultimi due anni e naturale prosecuzione delle attività dedicate all’arte in movimento, realizzate dalla GC.AC di Monfalcone.

Progetto principe di una serrata programmazione che tuttora prosegue all’insegna della video arte è stato, infatti, nel 2004 on air: video in onda dall’Italia, esperimento che ha coinvolto 180 fra critici, artisti, videomaker, storici e curatori, operanti nella penisola. Coerentemente allo spirito dell’iniziativa, quella rassegna ha avuto notevole fortuna espositiva essendo stata ospitata secondo varie modalità, in alcune istituzioni museali (KunstMeran, Merano; Centro per l’Arte Contemporanea L. Pecci, Prato; MACRO, Roma), spazi pubblici (Bari, Lugo, Ovada), no profit (Centro Italo Sloveno, Venezia – Careof, Milano) e argomentata all’interno di corsi universitari (Università Ca’ Foscari, Venezia).

Nel 2005 la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone ha continuato con U_MOVE: Utopia and Art on the Move, organizzata in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna di Torino ed ha ‘esportato’ Acsè: video in vitro, ospitata a Villa delle Rose a Bologna, trasferitasi poi nel febbraio 2006 a Koper con il titolo Bologna: video in vitro; non da ultime e di grande riscontro anche locale sono state Poesia in forma di rosa: tribute to Pisolini, nell’ottobre 2005, realizzata in coordinamento con il Teatro Miela di Trieste, e À la recherche d’une beauté perdue: omaggio a Luchino Visconti, conclusasi il 30 luglio 2006.

Dopo due anni di serrata ed intensa programmazione, videoREPORT ITALIA 04_05, nuovo format fortemente voluto da Andrea Bruciati, ideatore e curatore delle attività della Galleria, vuole essere un doveroso aggiornamento sulla situazione italiana riguardante il video: una volta consolidata una piattaforma trasversale (con on air si trattava del primo network in tal senso) la selezione ora integra e implementa il panorama attraverso una serie di lavori che hanno contraddistinto l’ultimo biennio.
La mostra presenta gli interventi di quasi cinquanta artisti, attraverso sei diversi punti luce di proiezione e tre schermi su monitor ognuno dei quali supporterà la programmazione di almeno 4 video trasmessi in rotazione. In occasione dell’evento sarà predisposta una ricca serie di appuntamenti didattici, liberamente aperti al pubblico.


Per questa nuova ricognizione sono stati interpellati i curatori Emanuela De Cecco, Mario Gorni, Guido Molinari, Michele Robecchi, Marcello Smarrelli, operatori fra i più attivi nell’odierno panorama delle arti visive che, effettuando una disamina dell’intero territorio nazionale hanno così segnalato i lavori ritenuti più significativi.


Gli artisti in mostra: Yuri Ancarani, Elisabetta Benassi, Riccardo Benassi, Davide Bertocchi, Rossella Biscotti, Dafne Boggeri, Carlos M. Casas, Alice Cattaneo, Annalisa Cattani, Alex Cecchetti, Paolo Chiasera, Cristian Chironi, Gianluca e Massimiliano De Serio, Andrea Dojmi, Michael Fliri, Christian Frosi, Nicola Gobbetto, Alberto Guidato, Francesco Lauretta, Armin Linke, Domenico Mangano, Eva Marisaldi, Amedeo Martegani, Annamaria Martena, Sabrina Mezzaqui, Marzia Migliora, Margherita Morgantin, Gianni Motti, Nark Bkb, Christian Niccoli, Valerio Rocco Orlando, Adrian Paci, Riccardo Previdi, Klaus Pobitzer, Farid Rahimi, Maria D. Rapicavoli, Mario Rizzi, Sara Rossi, Shoggoth, Elisa Sighicelli, Marcello Simeone, Cosimo Terlizzi, Luca Trevisani, Lucia Uni, Nikola Uzunovsky, Marcella Vanzo, Nico Vascellari, Sislej Xhafa, Italo Zuffi, Zimmerfrei.


CultFrame 10/2006

 

 

IMMAGINE

Valerio Rocco Orlando. Eva, 2004


INFORMAZIONI

Dal 13 ottobre all’1 novembre 2006

Galleria Comunale d’Arte Contemporanea / Indirizzo: Piazza Cavour 44, Monfalcone

Orario: martedì – venerdì 17.00 – 20.00 / festivi e prefestivi 17.00 – 23.00 / Ingresso libero

A cura di Andrea Bruciati