The Driller Killer. Il film di Abel Ferrara in dvd

di Maurizio G. De Bonis

abel_ferrara-driller_killerIl primo piano-sequenza di The Driller Killer racchiude in sé tutto il senso del cinema di Abel Ferrara. Una chiesa, un cristo crocefisso, una sensazione di profonda angoscia, un’impostazione visiva cupa, un clima generale da horror metaforico. Ad interpretare questa scena, così come a sostenere il ruolo principale, è lo stesso Abel Ferrara, che nel 1979 girava con The Driller Killer il suo secondo lungometraggio dopo aver portato a termine nel 1976 un vero e proprio porno intitolato: Nine Lives of a Wet Pussy.

A lungo The Driller Killer è stato un film maledetto e censurato, addirittura vietato. Eppure è un’opera che raccoglie, e allo stesso tempo precorre, tendenze fondamentali nella storia del cinema recente e dell’arte contemporanea.

Tra i riferimenti chiari dobbiamo annoverare certamente Roman Polanski (Repulsion), tutto il primo Martin Scorsese, con particolare riferimento a Mean Streets e un pizzico di Dario Argento, soprattutto per quel che concerne quel po’ di splatter che è visibile nel film.

Ferrara, profondo conoscitore di New York, dei suoi ambienti e delle realtà che caratterizzano la metropoli americana anticipa, inoltre, quella che è stata definita in un dvd edito da RaroVideo la New York Underground Collection, ovvero una raccolta di film girati dal fotografo-cineasta antiborghese ed estremo Richard Kern.


Anche la recente edizione italiana in dvd di The Driller Killer è stata pubblicata da RaroVideo, a dimostrazione del lavoro continuo di questa etichetta nel cinema dimenticato, censurato, messo ai margini.
La parte video di questo dvd non è splendida, ma d’altra parte ciò era inevitabile visto che l’opera seconda di Ferrara era stata girata con un budget ridottissimo e una pellicola in 16 mm. Nonostante ciò, si tratta di un’operazione editoriale di rilievo poiché rende disponibile sia per gli addetti ai lavori che per i semplici cinéphiles un film che non è molto facile da vedere. Oltretutto, The Driller Killer, come già affermato, rappresenta il punto di partenza di una poetica precisa, eccessiva e dai tratti paradossalmente moralistici che è rintracciabile in tutta la filmografia di Abel Ferrara. Il sangue e il corpo, l’angoscia esistenziale e i cattolicesimo, il sesso e l’ossessione moralistica, il disprezzo per il consumismo e la tensione nei rapporti umani, l’universo ferrariano appare decisamente complesso, e sempre scioccante.


Il dvd di RaroVideo presenta oltre all’edizione del film anche dei contenuti extra, tra i quali vi segnaliamo (anche se di qualità tecnica bassissima) l’incontro proprio con l’autore di The Addiction, The Funeral e Mary.

©CultFrame 09/2006

 

CREDITI

Titolo: The Driller Killer / Regia: Abel Ferrara / Sceneggiatura: Nicholas St. John / Fotografia: Ken Kelsch, James Lemmo / Interpreti: Abel Ferrara, Carolyn Marz, Baybi Day / Produzione: D.A. Metrov, Rochelle Weisberg / Anno: 1979 / Etichetta: RaroVideo / Video: 4/3 letterbox 1,85:1 / Audio:  dolby digital 2.0 / Sottotitoli: Italiano

 

LINK

Filmografia di Abel Ferrara

RaroVideo

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di CultFrame - Arti visive

Archivi