When I’m Gone. Videoclip di Eminem

eminem-curtain_callDurante una terapia psicologica di gruppo, un ragazzo si alza e inizia a raccontare una storia personale di sentimenti difficili ma fortissimi, di sbagli e incertezze, di sviste esistenziali e di angoscia. E’ una sorta di sfogo che proietta il racconto in una dimensione emotiva e psichica nella quale ogni verità, anche la più sgradevole, viene a galla.

Questo sembra essere la base contenutistica del videoclip di Eminem When I’m Gone.

Si tratta di un documento audiovisivo realizzato con grande abilità tecnica e consapevolezza del valore espressivo degli elementi del linguaggio cinematografico. Proprio come un piccolo intenso film, questo videoclip racconta una vicenda umana controversa che evidenzia il rapporto complesso tra un genitore e sua figlia, una bambina delicata ed elegante che cerca di risvegliare nel padre la coscienza di genitore, appunto.

Eminem sembra ripercorre espressivamente in questo video talune esperienze emotive della sua esistenza, e lo fa in modo più delicato del solito. Il regista Anthony Mandler ha colto perfettamente lo spessore contenutistico del brano e ha elaborato un impianto formale adeguato a veicolare gli argomenti centrali del brano in questione. La regia è accurata, fluida, solida, mentre la scansione del racconto è suddivisa in un’alternanza di sequenze che ripropongono, di volta in volta, contesti ritornanti: la sala della terapia psicologica, il teatro dove si esibisce Eminem, una casa, un giardino con giochi per bambini.

Alla notevole regia di Anthony Mandler è affiancata la fotografia ben calibrata e affinata di Eric Larson, il quale ha saputo sostenere in maniera perfetta, attraverso alcuni cambiamenti cromatici, il tono espressivo dei singoli segmenti narrativi.


Eminem sembra in questo video riflettere sul senso dei rapporti gentitori-figli ed anche sulla sostanza delle azioni umane; nonché sulle conseguenze pratiche dei comportamenti che gli individui mettono in atto. Per tale motivo, il gioco di specchi, di immagini ripetute, che viene architettato nell’ambito del racconto visivo non è altro che una metafora visuale della riflessione interiore del cantante, il quale nella finzione narrativa scruta se stesso e il proprio io, indaga la propria interiorità per cercare di comprendere tutto ciò che sembra sfuggirgli.


©CultFrame 02/2006

 

 

CREDITI

Videoclip: When I’m Gone / Interprete: Eminem / Album: Curtain Call – The Hits / Regia: Anthony Mandler / Fotografia: Eric Larson / Etichetta: Interscope Records, 2005 / Produzione: Box Fresh Pictures

 

LINK

CULTFRAME. When You Were Young. Videoclip dei The Killer diretto da Anthony Mandler

Il videoclip When I’m Gone di Eminem

Il sito ufficiale di Eminem

Casa discografica Interscope