Still Life. Mostra di Irving Penn

irving_penn-cigarettesLo splendore della luce e del bianco, la rotonda plasticità delle cose, l’equilibrio delle forme e delle linee, l’accostamento armonioso degli effetti cromatici, il gioco sottile ed intelligente delle metafore visive.
Le opere di Irving Penn sono un concentrato di abilità creativa, lucidità compositiva e istinto artistico, limpido e cristallino.

 

Fotografo di moda e pubblicità, Penn ha speso gran parte della sua carriera nell’ambito della rivista Vogue, anche come responsabile delle copertine. Dunque, il suo è stato in gran parte un percorso votato al lavoro “su commissione”, scelta professionale che non ha bloccato il suo talento e che, anzi, gli ha permesso di esprimersi nel campo a lui più congeniale: quello dello still life e delle nature morte.
La mostra allestita a Cinisello Balsamo, presso Villa Ghirlanda, mette chiaramente in evidenza la grandezza di un autore che ha costruito con costanza uno stile riconoscibile e ben determinato.
La capacità di Penn di sottolineare e dare valore estetico alla superficie e alla consistenza fisica dei corpi ripresi è semplicemente straordinaria. Le sue fotografie non sono mai piatte e monotone. Anzi gli shock cromatici sono frequenti, anche se perfettamente armonizzati con la struttura generale dell’immagine e soprattutto in linea con il messaggio da comunicare.

 

irving_penn-turduckenUna mano con un guanto da chirurgo tiene un pezzo di un crostaceo mentre con l’altra lo stesso “oggetto” viene colpito con l’ausilio di un martello. Scatto dai toni surrealisti e dall’atmosfera inquietante, questo appena descritto è un esempio palese di complessità concettuale applicata all’arte fotografica. Il gesto bloccato ma incombente, l’elemento umano distruttivo e “ferocemente carnivoro”, la natura apparentemente soggiogata da un essere vivente, il rosso del crostaceo (la vita e il sangue) e l’ambigua purezza (guanti bianchi) dell’agire umano. Allusioni all’esistenza e alla morte, alla sopravvivenza e alla violenza, in un’immagine dall’architettura formale esemplare e dalle opposizioni nette e contrastanti.

L’esposizione di Cinisello Balsamo, ben proposta anche nell’elegante catalogo edito dal Museum Folkwang Essen, presenta una collezione molto ampia che porta alla luce in maniera organica e razionale il talento di un autentico maestro che ha saputo coniugare a perfezione libertà espressiva, poesia delle forme e comunicazione.
Un vero e proprio esempio da seguire, quello dell’arte di Irving Penn, per tutti coloro i quali abbiano l’intenzione di affrontare l’attività fotografica specializzandosi nel settore della moda e della pubblicità.

©CultFrame 11/2001

 

 

IMMAGINI

1 ©Irving Penn. Cigarettes No. 37. New York, 1972

2 Irving Penn. Turducken. New York, 1999. ©Condé Nast Publications


INFORMAZIONI

Dal 20 ottobre al 19 dicembre 2001

Villa Ghirlanda  / via Frova 10, Cinisello Balsamo (MI)

Orario: martedì, giovedì, venerdì 15.00 – 19.30 / mercoledì 15.00 – 22.30 / sabato, domenica 10.30-19.30 / chiuso lunedì / Telefono: 0266023551

Biglietto: 5.000 lire

Catalogo: Museum Folkwang di Essen

 

LINK

Immagini realizzate da Irving Penn

Il percorso artistico di Irving Penn

Museo Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo (MI)